Statuto Associazione

Art. 1 - Denominazione e sede

E' costituita, ai sensi degli art. 36 e seguenti del codice civile, L'AURIGA Associazione culturale per la Valdelsa di seguito denominata Associazione L'AURIGA, con sede in Colle Val d'Elsa via Liguria, 1.

Art. 2 - Finalità

L'Associazione non ha fini di lucro e ha quale scopo:

  1. la promozione di attività culturali in Italia e all'estero;
  2. favorire lo sviluppo e l'aggregazione sociale fra i soci ed i cittadini in genere;
  3. valorizzare, favorire e promuovere iniziative di istruzione, formazione e aggiornamento degli associati e della popolazione;
  4. organizzare manifestazioni su tematiche culturali, scientifiche, sociali, sportive etc..

L'associazione potrà compiere tutti gli atti e concludere tutte le operazioni necessarie ed utili alla realizzazione degli scopi sociali e comunque, sia direttamente che indirettamente, attinenti ai medesimi. A tal fine l'Associazione potrà quindi:

  1. istituire e gestire corsi di aggiornamento culturale e professionale nei campi di sua competenza;
  2. promuovere manifestazioni, incontri, dibattiti, convegni e seminari di carattere tecnico, scientifico, giuridico, associativo, fiscale e tributario, sociale, economico e sportivo su problematiche di ogni tipo per il raggiungimento degli obbiettivi suddetti;
  3. provvedere alla realizzazione o all'acquisto, alla distribuzione tra i soci e fra la popolazione di pubblicazioni, edizioni fotografiche e audiovisive, prodotti multimediali e altro materiale di interesse culturale, turistico e scientifico;
  4. stipulare convenzioni con enti pubblici e privati per la gestione di corsi, convegni, manifestazioni, dibattiti, seminari, per la realizzazione di materiali e per la fornitura di servizi nell'ambito dei propri scopi istituzionali;
  5. favorire il collegamento fra le attività di servizio e quelle di ricerca e sviluppo anche attraverso promozione di apposite reti telematiche;
  6. promuovere attività volte al perseguimento di una sempre migliore conoscenza dei fabbisogni della collettività,e alla valorizzazione del territorio;
  7. sviluppare una rete di relazioni con altre associazioni e categorie professionali che operano nello stesso ambito, o in ambiti diversi, ponendo a loro disposizione il proprio contributo morale e materiale;
  8. per il raggiungimento di dette finalità l'Associazione potrà collaborare o aderire a qualsiasi ente pubblico o privato, locale, nazionale o internazionale, nonchè collaborare con organismi, movimenti o associazioni con i quali ritenga utile avere collegamenti.
  9. l'Associazione potrà inoltre ricevere contributi e sovvenzioni di qualsiasi natura da privati o enti pubblici locali nazionali o internazionali offrendo la propria assistenza in ognuno dei campi in cui svolge la propria attività.

Art. 3 - Durata

La durata dell'Associazione è a tempo indeterminato.

Art. 4 - Soci

I soci dell'Associazione si distinguono in:

  1. soci ordinari
  2. soci onorari
  3. soci sostenitori

Possono essere soci ordinari dell'Associazione le persone fisiche e giuridiche che si riconoscono nelle finalità dell'Associazione.
Sono soci onorari le persone fisiche invitate a far parte dell'Associazione da parte dell'Assemblea dei soci ordinari per particolari meriti professionali o scientifici.

Sono soci sostenitori persone, Enti, Istituti, Società, Associazioni tecniche e scientifiche che, in sintonia con le finalità di cui all'art. 2, abbiano giovato all'Associazione corrispondendo la relativa quota associativa o con la propria attività o con donazioni. Le persone giuridiche fanno parte dell'Associazione tramite il loro rappresentante legale oppure tramite un delegato che non risulti socio dell'associazione a titolo individuale.
Il rapporto associativo è unico per la generalità degli associati e tutti hanno i medesimi diritti e doveri derivanti dalla legge e dallo statuto. Viene esclusa qualsiasi forma di temporaneità della partecipazione alla vita associativa. Tutti gli associati o partecipanti, maggiori di età, hanno il diritto al voto anche per l'approvazione e le modificazioni dello statuto, dei regolamenti e per la nomina del Consiglio direttivo. Possono essere soci dell'Associazione le persone fisiche e giuridiche che intendono perseguire gli scopi e le finalità dell'Associazione.

Art. 5 - Ammissione dei Soci

Per essere ammesso a socio occorre presentare domanda scritta al Presidente secondo i criteri fissati nel Regolamento interno dell'Associazione. La richiesta scritta dovrà fornire tutti gli elementi utili per la valutazione dell'ammissibilità da parte del Presidente. Sull'ammissione a socio il Presidente si esprime sentito il parere vincolante dell'Ufficio di Presidenza che riuniti, decidono a maggioranza assoluta. Le decisioni sull'ammissibilità/inammissibilità a socio sono insindacabili e inappellabili e non necessitano di motivazione. Il Presidente cura l'annotazione dei nuovi soci aderenti nel libro dei soci dopo che gli stessi avranno versato la quota associativa stabilita e deliberata annualmente dall'assemblea dei soci.

Art. 6 - Perdita delle qualità di socio

La qualità di socio si perde per esclusione, per recesso, ovvero per mancato versamento della quota per almeno due anni consecutivi. L'esclusione è deliberata dal collegio dei probiviri, secondo quanto disposto dal regolamento interno, nei confronti del socio che danneggi materialmente e moralmente l'Associazione o che commetta azioni pregiudizievoli agli scopi o al patrimonio dell'Associazione. Il recesso è consentito a qualsiasi socio ed in qualsiasi momento.

Art. 7 - Rimborsi

Il socio recedente o escluso non ha diritto al rimborso della quota annuale pagata.

Art. 8 - Diritti dei soci

Tutti i soci hanno diritto:

  1. a partecipare a tutte le attività sociali;
  2. a ricevere le pubblicazioni edite dall'Associazione;
  3. all'elettorato attivo e passivo alle cariche sociali.

Ciascun socio è tenuto a versare annualmente una quota associativa nella misura fissata dall'Assemblea su proposta del comitato esecutivo.

Art. 9 - Organi sociali

Sono organi dell'Associazione:

  1. l'Assemblea dei Soci,
  2. il Consiglio direttivo;
  3. il Presidente;
  4. il Vicepresidente;
  5. il Collegio dei Probiviri;
  6. il Segretario/tesoriere;

Art. 10 - Assemblea dei Soci

L'Assemblea è composta dalla generalità dei soci. Essa è convocata dal Comitato di presidenza mediante avviso da spedire a tutti i soci e da pubblicare nell'albo della sede sociale almeno dieci giorni prima di quello fissato per l'adunanza. L'assemblea si riunisce in sedute ordinarie e straordinarie. L'assemblea ordinaria è convocata almeno una volta all'anno entro il mese di aprile per l'approvazione del bilancio preventivo e del conto consuntivo e su quanto altro di sua competenza. E' di competenza dell'assemblea ordinaria:

  1. l'approvazione del bilancio preventivo e del programma di attività sociale;
  2. l'approvazione del conto consuntivo, la destinazione dell'avanzo di gestione o la delibera per la copertura di eventuali disavanzi di gestione;
  3. l'approvazione dei regolamenti interni;
  4. la trattazione di tutti gli altri oggetti attinenti la gestione sociale riservati alla sua competenza dallo statuto, dalla legge o sottoposti al suo esame;

E' di competenza dell'assemblea straordinaria:

  1. le modifiche dell'atto costitutivo e dello statuto dell'associazione;
  2. lo scioglimento dell'associazione, la nomina, la revoca e i poteri dei liquidatori.

Art. 11 - Validità dell'assemblea

L'assemblea ordinaria è validamente costituita qualunque sia l'oggetto da trattare:

  • in prima convocazione quando sono presenti almeno due terzi dei soci;
  • in seconda convocazione qualunque sia il numero dei soci.

Per la validità delle deliberazioni è necessaria la maggioranza assoluta dei voti dei soci presenti. L'assemblea straordinaria è validamente costituita secondo quanto stabilito dall'assemblea ordinaria. Per la validità delle deliberazioni è necessaria la maggioranza assoluta dei voti dei soci presenti. Non sono ammessi voti per corrispondenza o per delega. Ogni socio ha diritto a un voto indipendentemente dal valore o dal numero delle quote associative.

Art. 12 - Svolgimento dei lavori dell'assemblea

L'Assemblea è presieduta dal Presidente o dal Vice Presidente. Il Presidente dell'Assemblea nomina, fra i soci, un segretario e, se lo ritiene opportuno, due scrutatori. Il Presidente accerta la regolarità della convocazione e della costituzione dell'Assemblea ed il diritto ad intervenire. Dell'Assemblea viene redatto un verbale nell'apposito libro dei verbali delle assemblee che viene firmato dal Presidente e dal Segretario.

Art. 13 - Presidente, Vice Presidente e Consiglio Direttivo

L'Associazione è retta da un Consiglio Direttivo, eletto dall'Assemblea dei Soci, che cura l'amministrazione ordinaria e straordinaria della medesima, costituito dal Presidente e Vice presidente, e dai soci eletti che rimarranno in carica per tre anni. Il Presidente ed i membri del Consiglio Direttivo sono rieleggibili. L'assemblea determina la durata in carica del Consiglio direttivo che non potrà comunque essere inferiore a tre anni. Nella sua prima adunanza l'Assemblea dei soci elegge, a votazione palese o per acclamazione, il Consiglio direttivo. Quest'ultimo nella prima riunione elegge il Presidente, il Vice presidente, il segretario/tesoriere, il collegio dei probiviri. Il Consiglio Direttivo è espressione dei Comuni della Valdelsa, fra questi sarà eletto il Presidente che rappresenta nel gruppo il comune di provenienza e legalmente l'associazione di fronte ai terzi e in giudizio nonchè davanti a tutte le Autorità amministrative e giudiziarie ed ha l'uso della firma sociale.

Art. 14 - Segretario/Tesoriere, Collegio dei Probiviri

Il segretario/tesoriere viene eletto dal consiglio direttivo e dura in carica per lo stesso periodo di tempo. Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri. Verifica lo svolgimento dell'attività sociale secondo l'oggetto previsto dall'art. 2 del presente statuto; delibera sull'esclusione dei soci secondo quanto disposto dal regolamento interno. Il Collegio dei Probiviri decide in modo inappellabile sulle controversie sorte fra i soci e l'associazione. Il Collegio dei Probiviri viene nominato dal Consiglio Direttivo, dura in carica tre anni, i componenti sono rieleggibili e vengono scelti fra i soci.

Art. 15 - Esercizio Sociale - bilancio preventivo e conto consuntivo

L'Esercizio Sociale si chiude il 31 dicembre di ogni anno. L'Ufficio di Presidenza deve presentare all'Assemblea dei soci per l'approvazione:

  • il bilancio preventivo almeno entro un mese dall'apertura dell'esercizio sociale;
  • il conto consuntivo almeno entro tre mesi dalla chiusura dell'esercizio sociale.

E' vietata la distribuzione tra i soci di utili o avanzi di gestione, nonchè di fondi, riserve o capitale durante la vita dell'associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Art. 16 - Libri sociale e registri contabili

I libri sociali ed i registri contabili essenziali che l'associazione deve tenere sono:

  1. il libro dei soci;
  2. il libro dei verbali e delle deliberazioni dell'assemblea dei soci;
  3. il libro dei verbali e delle deliberazioni del direttivo e dell'Ufficio di Presidenza;
  4. il libro dei verbali e delle deliberazioni del collegio dei probiviri;

Art. 17 - Revisione dello Statuto e scioglimento

Per la revisione o modifica del presente Statuto, per lo scioglimento dell'Associazione e per la nomina dei liquidatori, decide l'assemblea dei soci in seduta straordinaria. La destinazione dell'eventuale saldo attivo della liquidazione, come pure il patrimonio residuo non dimesso, dovranno essere destinati ad altri enti non commerciali che perseguono finalità analoghe, oppure a fini di generale o pubblica utilità, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 18 - Rinvio

Per quanto non previsto dal presente statuto si fa riferimento alle norme del Codice Civile, e a quelle delle altre leggi vigenti in materia.